GTranslate

 

Pandemia e nuove opportunità, dopo la crisi la social media strategist Fede Miceli fa del nomadismo digitale il suo stile di vita e decide di lavorare in viaggio

 Lo zaino per il prossimo viaggio, alla scoperta di un nuovo panorama da sogno, è già pronta. Dentro non ci sono - perlomeno non solo - costume da bagno e scarpe da trekking. Ma professionalità ed esperienza. Scadenze e nuovi progetti da portare avanti. Eccolo il bagaglio della siracusana Federica Miceli, Fede Miceli per tutti, esperta di social media marketing e travel blogger “dall’indole vagabonda”, per usare le sue parole. Certa che viaggio e lavoro possano andare a braccetto, Fede ha fatto della crisi generata dall’emergenza sanitaria un’opportunità.

E lo smart working prima e la ripresa perlopiù all’aperto dopo hanno lasciato lo spazio a quella che oggi è considerata una nuova tendenza, l’holiday working. Divenuto stile di vita per Federica. Soprattutto dal primo post pandemia. Dalla Thailandia a Laos. Poi Perù, Spagna, Portogallo e tanti incantevoli luoghi italiani. La giovane professionista si è trovata a lavorare in un van camperizzato, in mezzo al bosco, in un bar vista mare, ma anche dentro co-working super attrezzati. Poter lavorare in viaggio non sempre è praticissimo. “Mi sono ritrovata spesso a cercare inutilmente una sedia comoda o una scrivania decente. E ho trascorso giornate - racconta Fede - con l’ansia che la connessione WiFi non funzionasse. Ma non cambierei per nulla la mia vita attuale. Credo infatti che l’idea comune di lavorare per concedersi una settimana di ferie all’anno sia profondamente sbagliata. E lo è perché crea aspettative enormi sulla vacanza che, ahimè, potrebbe risolversi in sette giorni di pioggia e la sensazione, angosciosa, di aver buttato al vento l’unica occasione dell’anno per rilassarsi e viaggiare. Un concetto che ci fa inoltre lavorare con gli occhi fissi all’orologio. Aspettando le 13 per la pausa pranzo. Poi le 19 per uscire dall’ufficio. Infine, il weekend per andare al mare. Vogliamo insomma solo che il tempo scorra. E ci dimentichiamo che proprio il tempo è l’unica ricchezza che non possiamo accumulare e tantomeno comprare”.

Un’idea che il Covid, con il suo strascico di dolore e morte, ha fatto certezza. “Io voglio che il tempo a mia disposizione - spiega Fede - sia ricco di nuove esperienze, destinazioni, culture e tradizioni tutte da scoprire. Questo non vuol dire non lavorare, vuol dire semplicemente farlo in una condizione diversa. Lasciando da parte l’orologio. Potrei farlo a casa? Sì, potrei. Ma preferisco farlo senza sacrificare la mia voglia di scoprire e confrontarmi. Anzi, mettendomi continuamente alla prova. Perché è nel cambiamento che c'è la vita. E stranamente propria un’esperienza terribile come la pandemia da Covid-19 me lo ha fatto scoprire.  E mi piacerebbe che questa mia testimonianza restituisse l’ispirazione o la voglia di crederci ancora a chi si è magari trovato in ginocchio per una crisi sanitaria, ma anche sociale, economica e, in molti casi emotiva, senza precedenti. Io ho trovato la mia strada. Che porta sempre a destinazioni diverse. E ciò mi permette di lavorare con entusiasmo, ricaricandomi sempre di nuove ispirazioni e tirando fuori tutto il mio potenziale creativo”. Ma attenzione. Fede ci tiene a precisare: “Questa è la mia ricetta della felicità. Per qualcun altro potrebbe essere trovarsi tutti giorni nello stesso ufficio con gli stessi colleghi. Non esiste un modo o un luogo migliore di un altro per lavorare, ma esiste la possibilità di scegliere l'ambiente che ci rende più produttivi. Io ho scelto il mio. E auguro a tutti di fare altrettanto”.

Pin It

Viaggio nell'Arte

Notizie OK ARTE

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph