OK   ARTE . eu . it . net

I mondi di Chagall al MUDEC di Milano

Clara Bartolini

Fino al 31 luglio sarà possibile godere di una esposizione davvero piena di poesia, sentimento e multiculturalità. La mostra "Marc Chagall, una storia di due mondi" è stata possibile grazie alla collaborazione con l'Israel Museum di Gerusalemme. Prodotta da 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE, promossa dal Comune di Milano - Cultura e curata da Ronit Soren, propone 100 opere donate al museo dalla famiglia e da molti amici dell'artista. Molti i lavori grafici, vista la sua meno conosciuta attività di illustratore editoriale. E la poesia traspare immediatamente dalla sue rappresentazioni di oggetti, paesaggi, persone, animali. Ma ripercorrendo la sua vita ne si evince il carattere e le suggestioni. "Piccolo ebreo" come si definisce, nato in Russia nel villaggio ebreo di Vitesbak, sente da subito che questi due mondi lo possiedono e lo formano. Nella sua visione innocente dalla freschezza quasi infantile, Russia ed ebraismo si amalgamano, ne scioglie i contrasti, percependone invece le ricchezze.
Nelle sue immagini volano personaggi e si mescolano ad animali e case o natura, rovesciando le prospettive e costringendo a guardare le cose da più punti di vista. Il sopra e il sotto non paiono definizioni scontate, e neppure la collocazione degli elementi. Cosi un gallo può essere un'altra delle facce nel quadro o i mazzi di fiori possono contenere figure innamorate, angeli, case e animali. Chagall ricompone il reale e lo fa in modo poetico, anzi costituito di materia poetica, quella che sceglie per trasformare tutto in possibile bellezza delle cose e della natura, della vita e dell'amore. Nel suo mondo nulla è impossibile, pervaso com'è di tenerezza, leggerezza, curiosità ed empatia. Innamorato della vita incontra Bella che diviene sua moglie, rovescio della sua anima, e si amano senza confini, ed entrambi rendono fruttuoso, anche artisticamente, l'incontro. Lei scrive, lui disegna e dipinge per i libri di lei. E poi la guerra e la fuga in Francia dove riesce ad essere accolto ufficialmente. E allora il suo mondo già vasto si allarga, aprendo la creatività e l' anima alla sua nuova patria. Nulla sconfigge la sua positività, nulla spegne il suo afflato. Un esempio il suo, tanto più valido in questo momento storico, utile a tutti, per comprendere che la bellezza e la complessità dell'esistenza, vanno vissute con animo aperto, costruttivo empatico. Nel suo credo poetico non ci sono muri, bensì libertà di senso, di armonia di complicità. Chagall coglie il meglio da ogni sua avventura umana, sostenuto dall'amore per la vita e per la sua donna, incontro totale. I dipinti presenti emozionano, spiazzano, fanno pensare. Il sogno in lui si trasmette agli spettatori aprendo il cuore di ognuno e ponendo molti interrogativi e molti esami di coscienza. Da non perdere, come sempre al MUDEC. per parlare la lingua dell'intero mondo.
 
CLARA BARTOLINI
Art &Writing
Art is Life Energy to Live
Via Gardone 16
20139 Milano
Tel. 02 58303684
Cell. 348 9693171
www.clarabartolini.it/com
Pin It

 GRUPPO FACEBOOK ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE

Viaggio nell'Arte con Francesca Bellola

Rikke Laursen

Notizie OK ARTE

JEvents - Calendar Module

February 2024
M T W T F S S
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph