OK   ARTE . eu . it . net

PORTA VENEZIA DESIGN DISTRICT Made to be different, made to be L’ALTRO

PORTA VENEZIA DESIGN DISTRICT
Made to be different, made to be L’ALTRO 

INSTALLATION VIEW 2024
Milano Design Week, 15 – 21 aprile 2024

www.portaveneziadesigndistrict.com @portaveneziadesigndistrict_
#PVDD #LaltroDistretto #PortaVeneziaDesignDistrict #Everythinkisdesign

Porta Venezia Design District, L’ALTRO distretto, presenta alla Milano Design Week 2024, il tema EverythinK is design. Rispecchiando l’inclusività e la diversità, caratteristiche intrinseche del quartiere, con EverythinK is design, il distretto intende inglobare molteplici ambiti differenti tra loro all’interno del concetto di design, inteso nel senso più ampio di ideazione e progettazione, quasi un catalizzatore dei fermenti che qui scaturiscono. Il concept si ispira a Paul Rand, leggenda del graphic design che ha cambiato l’opinione della comunicazione visiva. Per Rand il design è il metodo che consente l’unione tra forma e contenuto e proprio come l'arte, ha molteplici e infinite definizioni. Rand ci lascia una visione inclusiva e contemporanea che accoglie differenti espressioni del design, perché alla base di queste c’è un linguaggio semplice ed universale che ne è la sua forza, da qui EverythinK is design.


PORTA VENEZIA DESIGN DISTRICT 2024
Everything is design. EverythinK!

DOWNLOAD PRESS KIT PVDD - agg.to al 16 aprile 2024

Di seguito alcuni progetti del distretto:

 

LASVIT presents Re/Creation
PALAZZO ISIMBARDI
Corso Monforte 35, Milan
Tuesday 16th – Sunday 21st April
Opening times: From Tuesday 16th to  Saturday 20th, 10am - 7pm. Sunday 21st, 10am - 3pm
Press preview: Monday 15th April 10am - 8pm
Cocktail party: Wednesday 17th April 8pm - 12am (invitation only)

Lasvit, leader nella lavorazione del vetro, è orgogliosa di annunciare la mostra “Re/Creation”. Conosciuta per aver ampliato i confini del vetro lavorato a mano, Lasvit affascinerà il pubblico del Fuorisalone con una monumentale installazione in vetro fuso per esaltare la maestria del brand ceco e l’approccio innovativo al design, all’architettura e alla produzione vetraria. "Re/Creation" offre uno spazio in cui le menti sono libere di vagare, ispirate dalla grazia fluida del vetro fuso. Il titolo si riferisce alla tecnica innovativa, dove l'essenza del vetro fuso sta nel lasciarsi andare. Il vetro fuso a temperatura estremamente elevata può rilassarsi, espandersi e prendere forma su degli stampi realizzati appositamente. Il centro della mostra è rappresentato dall’installazione progettata dal direttore artistico di Lasvit Maxim Velcovsky. “Porta” è l’’opera monumentale che sfrutta l'esperienza unica di Lasvit nella realizzazione di facciate in vetro artigianali mostrando le diverse sfaccettature del vetro fuso

 

 

GOOGLE - Making Sense of Color
GARAGE 21
Via Archimede 26, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening Times: 10am — 5:30pm
Press preview: Monday 15th 10am — 5:00pm

Google presenta Making Sense of Color. Questo viaggio immersivo dall’etereo al materiale mette in luce come il colore sia fondamentale per percepire il mondo che ci circonda, ma allo stesso tempo rappresenti un aspetto fondamentale dell’ultimo progetto hardware di Google. L’installazione è stata creata da Ivy Ross, Vice President of Hardware Design di Google, e dal suo team di progettazione, in collaborazione con il laboratorio artistico e di ricerca Chromasonic.

 

 

CONTRASTO by WonderGlass
ISTITUTO DEI CIECHI MILANO
Via Vivaio 7, Milan
Tuesday 16th - Saturday 20th April
Opening Times: 10am - 7pm
Press preview: Monday 15th April 3pm - 6pm
Vernissage: Monday 15th April 6pm - 9pm (upon invitation only)

WonderGlass trasforma l'Istituto dei Ciechi di Milano con CONTRASTO esponendo due nuove collezioni di illuminazione firmate nendo e Formafantasma. Concentrandosi sulla reciprocità delle differenze, CONTRASTO ricerca la tensione e l'intrigo: tra la luce e l'oscurità, tra il materico e il liscio, tra l'opaco e il trasparente, e infine dalla trasfigurazione del vetro dallo stato fuso a quello solido. Nella sala da concerto ottocentesca dell'Istituto dei Ciechi, le antiche tradizioni vetrarie sono reinterpretate dai maestri artigiani di WonderGlass in collaborazione con due dei più rinomati studi di design contemporaneo che abbracciano insieme questa suggestiva equivocità. La collezione Dusk di nendo ricrea elementi contrastanti nella poesia della natura. Lastre di vetro fuso, dal colore caldo e bronzeo, si combinano con sfere luminose in vetro soffiato per raccontare la tranquillità del tramonto - il momento di passaggio tra i contrasti di luce e oscurità. Il fondatore dello studio, Oki Sato, dispone questa serie di lampade in una processione graduale, imitando l'arco della graduale ascesa e discesa del sole. In contrasto, per la prima collaborazione con Formafantasma nel portfolio di opere di WonderGlass, la collezione di lampade a sospensione Graft, il duo si accosta alle tradizioni della lavorazione del vetro soffiato e colato. Bilanciando e interrogando l'industriale e l'organico, il domestico e l'architettonico, il razionale e l'emotivo, le geometrie rigorose di Graft trovano un sorprendente contrappunto nei delicati fiori di vetro artistico di Murano lavorati a mano che prendono vita lungo le sospensioni in acciaio e vetro colato.

 

 

MEET Digital Culture Center
Exhibition “NEUTRA. To the edge of matter. An unforgettable journey”
Viale Vittorio Veneto 2, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening times: 10am - 8pm
Press preview: Monday 15th April 2pm - 6pm

Anche quest’anno MEET Digital Culture Center partecipa attivamente alla Milano Design Week, mettendo il proprio know-how a servizio del design. E lo fa in linea con le modalità che sin dall’inizio distinguono il suo operato: puntando, cioè, a ridurre il digital divide italiano e a promuovere una consapevolezza nuova rispetto alla tecnologia. Entrando nel dettaglio, durante la Milano Design Week, l’installazione di reti metalliche e vegetali Zero Gravity Eden di ItalMesh – ospitata al piano terra di MEET e opera permanente del programma MEET the Nature – si arricchisce del lavoro di Thierry Loa, regista interdisciplinare e creatore di contenuti per i nuovi media. La sua opera 21-22 USA, al MEET in anteprima italiana grazie anche al supporto della Delegazione del Québec a Roma, offre uno sguardo meditativo in VR 360° dai cieli di una delle più grandi superpotenze mondiali per testimoniare i paesaggi dell’Antropocene all’alba di questa nuova epoca. Contemporaneamente nel MEET Theater, sarà proiettata una rassegna di video e installazioni immersive, dedicate al tema della natura, che raccoglie il lavoro di sette artisti internazionali: Tamiko Thiel (Enter the Plastocene), Streamcolors (Meta Cities. Quando le città diventano nuova natura), Rasa Smite e Raitis Smits (Deep Sensing), Yoichiro Kawaguchi (Zero Gravity Evolution), Sissel Marie Tonn (The Sentinel Immune Self), Maria Castellanos Vicente (Other Intelligences) e Thierry Loa (21-22 CHINA e anteprima 21-22 USA). Sempre durante la Milano Design Week, MEET ospita la mostra To the edge of matter. An unforgettable journey, un viaggio nella materia, tra il fisico e il virtuale, curata per NEUTRA da Migliore+Servetto, responsabile anche della direzione creativa del brand. Il percorso espositivo (16-21 aprile 2024) si traduce in un racconto immersivo, un’esperienza sinestetica in cui l’unicità della materia è la chiave narrativa della collaborazione con otto designer di fama internazionale: atelier oï, Draw studio, Foster + Partners, Gabriele e Oscar Buratti, Mario Bellini, Migliore+Servetto, Nespoli e Novara, Zaha Hadid Architects. Dal 13 al 23 aprile, quindi, verrà momentaneamente sospesa la mostra Forever Young: The Dorian Gray Syndrome, che poi riaprirà il 24 aprile fino al 2 giugno 2024.

 

 

RAFFLES MILANO presents DESIGN x EVERYTHINK
Via Felice Casati 16, Milan
Monday 15th - Sunday 21st April
Opening times: 9am - 18pm
Press preview: Monday 15th April 10pm – 7pm

La sede milanese dell’International Design Institute partecipa alla design week con un palinsesto espositivo che animerà il proprio headquarter e il Porta Venezia Design District di cui firma l’identità visuale. Il Fuorisalone 2024 vede protagonista Raffles Milano con un programma multidisciplinare che ha coinvolto il corpo docente e gli studenti per stimolare un’analisi sulla progettazione del futuro. DESIGN xEVERYTHINK, il palinsesto di mostre e di attività proposte, interpreta i cambiamenti in atto nel mondo del design, le cui istanze sono radicalmente cambiate negli ultimi anni gettando le premesse di un’ibridazione disciplinare sempre più trasversale. La sede di Via Felice Casati 16 sarà il fulcro espositivo per diverse mostre, Raffles Milano radica ancora di più la sua presenza nell’area di Porta Venezia diventando parte attiva della sua nuova identità distrettuale e operando alcune incursioni urbane strategiche, in chiave creativa, per conferire nuovo slancio a luoghi oggi di passaggio. Nel distretto, RM ha intrapreso un’incursioni urbana per mostrare come la creatività e il design contribuiscano a definire il valore identitario dei luoghi innescando pratiche di valorizzazione degli spazi pubblici. Grazie alla collaborazione con Outpump per PVDD ha preso forma l’intervento temporaneo di public art nel contesto suggestivo di Via Morgagni per rivitalizzare l'ambiente urbano tramite il visual design con manifesti ispirati al tema EVERYTHINK.

 
PISCINA COZZI
Milanosport and Porta Venezia Design District bring back to light the former public baths of the historic Piscina Cozzi.
Via Aldo Manuzio, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening times: 10am - 6pm

Milanosport S.p.A. riapre le porte degli ex bagni pubblici della storica Piscina Cozzi. Per l’occasione sarà possibile ammirare un gioiello nascosto sotto le fondamenta dell’edificio risalente al 1934, ideato e progettato dall’Ing. Luigi Secchi. Punta di diamante degli ormai “sotterranei” dell’impianto è il mosaico ancora in perfette condizioni nonostante il passare degli anni, incastonato nel marmo originale che costituisce la totalità dei materiali utilizzati durante la costruzione. La Piscina Cozzi è stata la prima vasca coperta in Italia e per diverso tempo una delle più grandi piscine al chiuso d’Europa. Dal 1934, anno della sua inaugurazione, l’edificio ha attraversato diversi cambi di pelle, naturali e necessari al fine di mantenersi al passo con i tempi e fornire un servizio pubblico alla cittadinanza che fosse in linea con le aspettative della città. Siccome “ciò che è bello non invecchia mai”, grazie alla preziosa iniziativa del Porta Venezia Design District, durante la Milano Design Week, questi spazi iconici riprenderanno vita per offrire ai visitatori uno spaccato della Milano che fu. La Piscina Cozzi dei giorni nostri è gestita da oltre 30 anni da Milanosport S.p.A., un punto di riferimento per gli sportivi meneghini, che ogni giorno popolano i suoi spazi frequentando un ricco ventaglio di corsi e attività. Ma non solo attività sportive, la Società è da sempre attenta a valorizzare il suo patrimonio storicoculturale attraverso installazioni, opere d’arte, mostre, sfilate e collaborazioni di vario genere tessendo una continua connessione con la società in cui è immersa.

 INSPIRED IN BARCELONA: TERRA ROSSA

VISIONS OF CATALONIA. DESIGNING CRAFTS
SIRTORI26
Via Giuseppe Sirtori 26, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening times: 10am - 7pm, Sunday 10am - 3pm
Press preview: Monday 15th April, 10am - 6pm
Cocktail party: Tuesday 16th April, 7pm - 10pm (by invitation only)

Inspired in Barcelona: Terra Rossa è una mostra collettiva e concettuale, ispirata all’utilizzo dell’argilla come elemento primordiale e universale nella creazione dei primi manufatti di design, una pratica particolarmente diffusa soprattutto nei paesi del Mediterraneo. Curata da Apartamento Studios e Júlia Esqué, il fulcro dell'installazione è una grande piramide composta da più di 70 cantir (brocche) originali, realizzati site-specific per l’evento. I cantir - una tradizionale brocca di terracotta catalana utilizzata per raffreddare i liquidi - sono il risultato della reinterpretazione realizzata da 15 diversi designer e artisti provenienti dalla Catalogna, come Marc Morro, Robbie Whitehead, Jaume Ramirez, Apparatu e Clàudia Valsells, tra gli altri. Le "alterazioni" artistiche sono state realizzate presso il laboratorio di Eloi Bonadona, artista della ceramica recentemente riconosciuto dalla guida Homo Faber. L'installazione è completata da due ulteriori spazi: un'anticamera dove una grande giara, gentilmente fornita dal ceramista Carles Llarch, è riempita di vino e invita i visitatori a celebrare l’evento; e un’area centrale polivalente, allestita grazie alla collaborazione con le migliori marche catalane di design d’arredo, dove sarà possibile sedersi, riunirsi o semplicemente godere di una pausa nei giorni della frenetica kermesse milanese. “Inspired in Barcelona: Terra Rossa” è organizzata dal BcD - Barcelona centre de Disseny ed è promossa dal Governo della Catalogna attraverso ACCIÓ - Catalonia Trade & Investment, insieme al Comune di Barcellona (Dipartimento delle Industrie Creative (ICUB) e DHub, Disseny Hub Barcelona). 
  Visions of Catalonia. Designing Crafts. La Catalogna rivendica il binomio tra design e artigianato e presenta alla Milano Design Week il suo artigianato di design: oggetti d'uso quotidiano che puntano all'innovazione, alla vicinanza, alla sostenibilità e all'impegno sociale. Il Governo della Generalitat de Catalunya presenta nell'evento l'esposizione “Visions of Catalonia. Designing Crafts", una selezione di opere di professionisti catalani di diverse discipline che puntano a progetti ibridi, innovativi, di prossimità, sostenibili e sensibili ai processi lavorativi, sia per le persone coinvolte nella produzione che per la gestione ambientale. Sotto il concetto di bellezza d'uso, l'esposizione mostra una varietà di discipline, tecniche e materiali che vanno dalla ceramica, alla carta, alla falegnameria, al tessile, alle fibre naturali o alla stampa 3D, e dove si possono trovare oggetti quotidiani, dalle piastrelle idrauliche alle brocche, dai sedili alle luci, agli interruttori alle macchine da caffè.

 

 

OUTPUMP – WALLCOME: UNO SPAZIO PER LA NUOVA GENERAZIONE DEL DESIGN
OUTPUMP & PORTA VENEZIA DESIGN DISTRICT
WALLCOME
Piazzale Lavater, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening times: h24/24

In occasione della Design Week 2024, Outpump e Porta Venezia Design District presentano WALLCOME, un'installazione nel cuore di Porta Venezia in cui giovani studenti dei corsi di Graphic Design di selezionati istituti milanesi potranno esporre i propri concept sotto forma di poster attraverso un muro dedicato alla creatività e alla libertà di concepire li design senza confini, sentendosi appunto benvenuti, come richiama li nome del progetto. La scelta di chiamarlo WALLCOME non è infatti casuale: in antitesi con la normale ideologia di muro, vuole rimarcare il senso di accoglienza che questa iniziativa vuole portare in un'area storicamente simbolo dell'inclusività milanese, li quartiere di Porta Venezia appunto, più precisamente Piazzale Lavater. La costruzione temporanea, esposta dal 15 al 21 aprile, con una larghezza di 6 metri per 3 metri di altezza, sarà interamente ricoperta da poster realizzati dagli studenti. A loro si chiederà di tradurre temi attuali, quali sostenibilità e upcycling, attraverso il fil rouge che caratterizza l'edizione 2024 del Porta Venezia Design District: EverythinK is design, che prende ispirazione dalla nota citazione di Paul Rand "Everything is design!". Il designer americano ha espresso gran parte della sua creatività proprio attraverso iposter pubblicitari, grazie ai quali definì un nuovo concetto di linguaggio visivo che integrasse forma e funzione, oltre a introdurre movimenti avant-garde come il Cubismo e il Costruttivismo nel campo del design grafico statunitense. Ora tocca ai giovani studenti dire la loro, aiutare le persone a riflettere sul presente e sul futuro utilizzando gli spunti artistici che la storia del design e l'estetica di Porta Venezia offrono.

 

TOILETPAPER - TP APARTMENT - TOILETALEXPAPERPRAGER
Via Balzaretti 8, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening Times: 12pm - 7pm, Thursday 12pm - 5pm
Open to the public but with reservations on eventbrite

 TOILETPAPER, il progetto editoriale nato da un’idea dell’artista Maurizio Cattelan e del fotografo Pierpaolo Ferrari, presenta, da venerdì 12 a domenica 21 aprile 2024 – in concomitanza con la Milano Art Week e la Milano Design Week – una serie di novità che vedono protagonista ancora una volta via Balzaretti nel cuore di Città Studi, la prima strada interamente trasformata in un’installazione permanente di arte pubblica, all’interno del Porta Venezia Design District. Dopo la decorazione della facciata del civico 4 (dove si trova il quartier generale del team creativo), con la grafica Lipsticks – in cui mani maschili impugnano rossetti –, il folle e spiazzante universo iconografico di TOILETPAPER ha invaso l’intera via colorando i palazzi adiacenti e rendendo così la strada una destinazione riconosciuta e imperdibile in città. A consolidare questa trasformazione si aggiunge ora un ulteriore tassello, il nuovo spazio TOILETPAPER APARTMENT che apre per la prima volta da venerdì 12 aprile (via Balzaretti 8) presentando la collaborazione con l’artista statunitense Alex Prager; da martedì 16 aprile invece TOILETPAPER STUDIO, al numero 4, ospita ancora una volta diversi originali progetti.  
 
 
CONSOLATO GENERALE DELLA REPUBBLICA CECA A MILANO
IDENTITY
Via Giovanni Battista Morgagni 20, Milan
Tuesday 16th - Sunday 21st April
Opening times: 10am - 5pm
Press preview: Tuesday 16th April 11am - 1pm
Cocktail party: Wednesday 17th - 7pm - 9pm (upon invitation only)

Gli studenti della Facoltà di Comunicazione Multimediale dell’Università Tomáš Baťa di Zlín, insieme ad altre quattro università di tutto il mondo, presenteranno la mostra Identità. All'esposizione parteciperanno anche l’Università Masaryk di Brno, il Politecnico di Zvolen, il National Taipei University of Technology e l’University of Algarve (PT). Il tema dell’Identità è l’essenza vitale di tutti i lavori degli studenti di cui plasma il carattere unico. Nel suo lavoro, Diana Randjaková, studentessa dello studio Digitální design, ha incentrato il suo lavoro sulla nascita dell’identità dell’AI, sottolineando quanto sia facile per l’AI creare una propria identità. Veronika Fejtová, studentessa di design del prodotto, ha presentato l’identità culturale ceca attraverso temi scelti nel campo della gastronomia, disegnando un set di piatti di porcellana con una grafica che raffigura i piatti tipici nazionali.
 

 

MORE INFO ABOUT PVDD LOGO:
Il logo rappresenta alcuni dei luoghi iconici del quartiere: i due quadrati i Bastioni di Porta Venezia, il cerchio il Civico Planetario Ulrico Hoepli, il rettangolo il Museo Civico di Storia Naturale di MilanoForme differenti costruiscono una visione comune, una forte identità che vede nella diversità e nell’eterogeneità un valore aggiunto.

TEAM PORTA VENEZIA DESIGN DISTRICT:
NONSOLOLOFT rappresentata da Tommaso Francavilla, Stefano Mantovani, Enzo Perego, e WUNDERPLACE STUDIO rappresentata da Carlo Barbarossa sono le realtà co-fondatrici del progetto e responsabili della direzione strategica e creativa di Porta Venezia Design District.

Pin It

 GRUPPO FACEBOOK ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE

Viaggio nell'Arte con Francesca Bellola

Rikke Laursen

Notizie OK ARTE

JEvents - Calendar Module

May 2024
M T W T F S S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph